OMET to grow in Japan with the new partner K.K. IRISU

OMET announces the collaboration with K.K. Irisu as official distributor for Japan. Mr. Yuichi Ikeda san, Deputy General Manager of the printing and paper converting machinery department at K.K. Irisu, is working to strengthen OMET brand awareness and presence among printer and converters of the Far East market.

Mr. Ikeda san has a great deal of experience in the printing industry. He had been GM of Heidelberg Japan and then worked with Komori. Before joining IRISU he did work with Miyakoshi Europe in Madrid as CEO.
Ikeda san joined K.K. IRISU in 2018. IRISU is a family owned trading company, founded 160 years ago, and it’s today the first German trading house operating in Japan. Specialized in industrial machinery and technologies, recently they started a collaboration with OMET as sole distributors for Japan.

Mr. Ikeda, how would you describe the Japanese market for printing and converting?
In Japan, almost 74% of label printers are letterpress users, but recently the situation has begun to change towards digital and flexo technologies. Many Japanese companies have invested in these technologies last years. The natural alternative for letterpress is flexo, but digital technology is appreciated for its flexibility.

Which opportunities do you see for OMET technology?
This market situation means big opportunities for OMET in Japan, stating the entry stage of both technologies flexo and digital. I’m going to talk to the whole industry about OMET portfolio and show the capabilities of this Italian manufacturer. This year we will have also a fair amount of international events to actively participate.

What about OMET’s image in Japan? What do Japan printers think about Italian technology and our machines?
OMET is becoming popular. The main features appreciated by Japanese is the overall quality. From my previous experiences I know that OMET technology is by far better than any other especially for the precision of the printing register, the flexibility in building custom-made solutions and, among all, in the overall quality journey for the investor.

How is structured your commercial strategy in Japan?
To boost OMET brand reputation, we have invested in advertising on Japanese media and defined a promotion plan with OMET marketing support. Soon we will hold a seminar at our IRISU headquarters in Tokyo and in July a presentation at the Label Forum Japan 2019. This is truly the only event able to gather delegates from key label printing and converting industries, presenting solutions and technologies to the Japanese label industry.
We’re working on a big delegation of printers to visit Labelexpo Europe in September and later in November to OMET headquarters in Italy. I feel confident about the success of OMET machines and I expect some orders already within the end of the year”.

Contacts:
y.ikeda@illies.com
www.irisu.jp


Giappone, OMET pronta a crescere con il nuovo partner K.K. Irisu

OMET annuncia la collaborazione con K.K. Irisu come agente ufficiale per il Giappone. Yuichi Ikeda, vice Direttore Generale del reparto macchine per la stampa e il converting di K.K. Irisu, sta già lavorando per rafforzare la presenza del marchio e dei prodotti OMET in Estremo Oriente.

Ikeda vanta una grande esperienza nel settore della stampa: è stato General Manager della Heidelberg in Giappone e poi della Komori, prima di essere nominato CEO della filiale Miyakoshi Europe situata a Madrid.
L’anno scorso, Ikeda è entrato nel team di K.K. Irisu, realtà familiare fondata 160 anni fa che fa capo al gruppo Illies, la prima azienda di trading tedesca ad operare in Giappone. Specializzata in tecnologie e macchinari industriali, di recente, K.K. Irisu ha iniziato a collaborare con OMET come agente ufficiale in Giappone.

Mr. Ikeda, come descriverebbe il mercato giapponese per la stampa e il converting?
In Giappone circa il 74% degli stampatori di etichette utilizza macchine tipografiche, ma di recente la situazione ha iniziato a cambiare a favore della tecnologia digitale e flessografica. Molte aziende stanno investendo in queste tecnologie da alcuni anni: la stampa flexo è la naturale alternativa per la stampa tipografica, e la tecnologia digitale è apprezzata per la sua flessibilità.

Quali opportunità vede per le macchine OMET?
Il cambiamento in atto in questo mercato sta aprendo grandi opportunità per OMET, vista la fase iniziale di diffusione delle tecnologie flexo e digitale. E’ mia intenzione presentare il portfolio OMET e le capacità tecnologiche di questo produttore italiano a tutte le aziende del settore. Quest’anno avremo occasione di partecipare anche a diversi eventi internazionali.

Parliamo dell’immagine OMET in Giappone: come viene percepito il livello di tecnologia delle nostre macchine?
Il marchio OMET sta rapidamente crescendo. La caratteristica più apprezzata dai giapponesi è la qualità di stampa. Nelle mie precedenti esperienze in questo settore, ho visto che la tecnologia OMET è molto migliore di qualsiasi altra soprattutto per la precisione del registro di stampa, per la flessibilità nel realizzare soluzioni personalizzate e soprattutto per la qualità generale percepita dal cliente.

Come è stata pianificata la strategia commerciale in Giappone?
Per aumentare la brand awareness del marchio OMET, abbiamo investito in pubblicità sulla stampa e definito una serrata campagna di promozione verso le aziende del settore con il supporto del marketing OMET. A breve terremo un seminario presso la nostra sede Irisu a Tokyo e a luglio una presentazione al Label Forum Japan 2019: l’unico evento in grado di raccogliere le aziende chiave del settore stampa e converting in Giappone. Stiamo inoltre organizzando una delegazione di circa 60 aziende da portare a Bruxelles per Labelexpo Europe nel mese di settembre e poi in Italia, presso la sede OMET, a novembre. Sono molto fiducioso nel successo delle macchine OMET in Giappone e mi aspetto già alcuni ordini entro la fine dell’anno”.

Contatti:
y.ikeda@illies.com
www.irisu.jp