Looking beyond 2020: turning difficulties into unexpected goals

“The general difficulty has therefore generated valuable opportunities that we have been able to seize, such as the introduction and use of tools that simplify several activities and reduce distances”. Looking beyond the emergency, here we share some thoughts about this difficult 2020 by OMET President Antonio Bartesaghi.

Over this time of emergency, OMET had to face the difficulties of the COVID-19 pandemic like any other company. Once again, all OMET staff have shown the maximum responsibility in finding the best solutions to continue working and being proactive, even with procedures completely different than in the past.

Our products are included in the “essential” categories defined by the Government, so OMET has always worked even during the lockdown, with most of the staff in smart working. Thanks to its IT facilities, all employees were able to connect from their homes to company servers with an absolutely optimal and effective connection, comparable to that available in our offices. This was true also for the R&D and technical departments who have to work on 3D models and need an extremely high speed of connection for processing. For us, this was a further proof of the very high technological structure we had: we took great advantage from this, and our team was able to continue working efficiently anytime. All our collaborators showed immediately great attention and sensitivity to the difficulties due to the ongoing emergency.

We enabled systems that allowed customers to attend demos and know our machines remotely, with high-level videoconference tools. We have even been able to install machines around the world by working remotely, by guiding customers’ technicians, step by step, through all the necessary operations until the machine is started. It was the same for training. It was an incredible milestone: before the pandemic, nobody would have imagined of being able to install complex machines like ours without traveling.

The general difficulty has therefore generated valuable opportunities that we have been able to seize, such as the introduction and use of tools that simplify several activities and reduce distances.

I believe it is important to specify that OMET has not slowed down any investment over the past months. Despite the emergency and the market uncertainties, we continued all the planned investments: internal ones like designing new products and technologies, and external ones like improving our organization and logistics, including the construction of the new plant in which OMET will transfer a business unit early next year.

OMET has continued to believe in the importance of investing even in difficult times: OMET is, and remains, a solid company with a good prospect of growth for the next few years: we move forward, with new products, new ideas and new technologies, and with investments aimed at improving our efficiency.
————–

Oltre il 2020: trasformare le difficoltà in traguardi inaspettati


“La difficoltà generale ha generato delle preziose opportunità che abbiamo saputo cogliere, come l’introduzione e l’utilizzo di strumenti che semplificano diverse attività e riducono le distanze”. Guardando oltre l’emergenza, con questo editoriale condividiamo alcune riflessioni del Presidente OMET Antonio Bartesaghi su questo difficile 2020.

In questo periodo di emergenza, OMET come ogni altra azienda ha dovuto affrontare le difficoltà legate alla pandemia del COVID-19. Anche questa volta tutto lo staff OMET ha dimostrato la massima responsabilità nel trovare le migliori soluzioni per continuare ad essere attivo e propositivo, pur dovendo utilizzare modalità di lavoro completamente diverse rispetto al passato.

Realizzando prodotti che rientravano nelle categorie essenziali previste dal Governo, OMET ha sempre continuato a lavorare anche in periodo di lockdown, ma la maggior parte del personale ha lavorato in smart working. L’azienda, con le proprie strutture informatiche, ha permesso a tutti i dipendenti di collegarsi dalle proprie abitazioni ai server aziendali, garantendo una qualità e un’efficacia di connessione assolutamente ottimali e paragonabili a quelle in ufficio. E’ stato così anche per i reparti di progettazione e gli uffici tecnici che, dovendo fare modellazioni 3D, hanno bisogno di una velocità estremamente elevata di connessione ai server per le elaborazioni. Per noi è stata un’ulteriore prova di quanto la struttura tecnologica dell’azienda fosse ad alto livello, e un grande vantaggio, avendoci permesso di continuare a lavorare in efficienza. Tutti i collaboratori hanno dimostrato sin da subito grande attenzione e sensibilità alle problematiche contingenti.

Abbiamo attivato sistemi che hanno permesso ai clienti di assistere a demo e di conoscere le nostre macchine da remoto, con strumenti di videoconference di alto livello. Addirittura siamo stati in grado di installare macchinari presso i clienti in varie località del mondo lavorando da remoto, e guidando passo dopo passo i loro tecnici attraverso tutte le operazioni necessarie fino all’avviamento della macchina. Così è stato anche per la formazione. E’ stato un traguardo incredibile, prima della pandemia nessuno si sarebbe immaginato di poter fare installazioni di macchinari complessi senza viaggiare.

La difficoltà generale ha quindi generato delle preziose opportunità che abbiamo saputo cogliere, come l’introduzione e l’utilizzo di strumenti che semplificano diverse attività e riducono le distanze.

Ritengo importante precisare che OMET in questi mesi non ha rallentato alcun tipo di investimento. Nonostante le difficoltà e le incertezze di mercato abbiamo proseguito incessantemente tutti i progetti in cantiere, sia interni come lavori di progettazione e costruzione di nuovi prodotti e tecnologie, sia esterni come gli investimenti necessari a migliorare l’organizzazione e la logistica dell’azienda, primo tra i quali la costruzione del nuovo capannone in cui OMET trasferirà una business unit all’inizio del prossimo anno.

OMET ha continuato a credere nell’importanza di investire anche in momenti di difficoltà: è, e resta, un’azienda solida con una buona prospettiva di crescita per i prossimi anni: andiamo avanti, con nuovi prodotti, nuove idee e nuove tecnologie, e con investimenti atti a migliorare la nostra efficienza.