Daphne: from printed electronics, smart buttons to limit contagion

OMET’s technology makes its way into the field of printed electronics with a revolutionary and extremely relevant product. Ribes Tech, start-up launched by OMET with the “Center for Nano Science and Technology” of the Italian Institute of Technology, has developed a photovoltaic system for the mechanical buttons of the lifts, making them “intelligent” and able to turn on contactless. The technology, born in the midst of the Covid emergency with the aim of helping in limiting the spread of pathogens, has already been tested in some elevators and will be available from early 2021.

The system, called DAPHNE PV, is based on the use of photovoltaic materials printed on flexible films, allowing to transform any mechanical button into “touchless” ones, working without physical contact. This technology has already been tested in real contexts and installed in an elevator at the Milan Stock Exchange.

Due to the current health emergency, it is essential to reduce the chances of contagion by improving the safety and hygiene of shared spaces. DAPHNE is designed to reduce the pathogens transmission through potentially contaminated surfaces and can be applied to an entire lift control panel at a cost of around 100 euros, without the need for significant technical interventions.

The DAPHNE PV technology uses special inks and a traditional rotary printer to make thin photovoltaic films adaptable to any shape. This could reduce the risk of contagion, because push-button panels are potentially contaminated surfaces.

These films, integrated with a specific electronic board, can be installed on mechanical buttons, such as those of an elevator, making them more “intelligent” and able to turn on contactless, for example with a gesture of the hand. The activation gesture can be simple, such as approaching a hand for at least a second, or articulated, depending on specific needs.

The shadow of the hand is “read” by the photovoltaic film, which detects a change in light, and communicated to a recognition system that determines whether the activation of the button is valid or not. The smart button will provide the electrical activation signal both if pressed or if the correct gesture is detected.

The strengths of this technology are low cost and ease of installation: the photovoltaic film and the electronic board can be just added to existing systems, by maintaining the mechanical functionality of the buttons. Following the installation of DAPHNE, no further certification is required.

Ribes Tech comes from a collaboration that began five years ago between OMET and the Italian Institute of Technology in Milan. The project is aimed at combining OMET’s technological skills in printing with the world of nanotechnologies in order to create electronic devices through the printing deposition of special inks. In particular, Ribes Tech is developing flexible photovoltaic modules for home automation, smart cities and the Internet of Things.

 


Daphne: dall’elettronica stampata pulsanti intelligenti per limitare il contagio

La tecnologia del Gruppo OMET fa breccia nel campo dell’elettronica stampata con un prodotto rivoluzionario ed estremamente attuale. Ribes Tech, start-up avviata da OMET con il “Center for Nano Science and Technology” dell’Istituto Italiano di Tecnologia, ha sviluppato un sistema fotovoltaico che rende “intelligenti” i pulsanti meccanici degli ascensori, attivandoli senza contatto fisico. La tecnologia, nata nel pieno dell’emergenza Covid con lo scopo di contribuire a limitare la diffusione degli agenti patogeni, è stata già testata in alcuni ascensori e sarà disponibile dai primi mesi del 2021.

Il sistema, chiamato DAPHNE PV, è basato sull’utilizzo di materiali fotovoltaici stampati su supporti flessibili che permettono di trasformare in “touchless” – azionabile cioè senza contatto fisico – ogni pulsante meccanico. Tale tecnologia è già stata testata in contesti reali ed installata in un ascensore presso la Borsa Valori di Milano.

Nel contesto dell’attuale emergenza sanitaria si rende essenziale diminuire le possibilità di contagio migliorando la sicurezza e l’igiene degli spazi condivisi. DAPHNE è pensato per ridurre la trasmissione di agenti patogeni dovuta al contatto con superfici potenzialmente contaminate e può essere applicato ad un’intera pulsantiera di un ascensore con una spesa nell’ordine dei 100 euro e senza bisogno di interventi tecnici significativi.

La tecnologia DAPHNE PV si basa sull’utilizzo di inchiostri speciali e di una stampante rotativa tradizionale, con cui vengono realizzate pellicole fotovoltaiche sottili e adattabili a qualsiasi forma e si propone di diminuire il rischio di contagio limitando il contatto con superfici potenzialmente contaminate come le pulsantiere.

Tali pellicole, integrate con una scheda elettronica realizzata ad hoc, possono essere installate nei pulsanti meccanici, come ad esempio quelli di un ascensore, rendendoli più “intelligenti”, cioè capaci di attivarsi con un gesto della mano evitando il contatto fisico. Il gesto di attivazione può essere semplice, come l’avvicinamento di una mano per almeno un secondo, o articolato, a seconda delle esigenze specifiche.

L’ombra della mano sul pulsante viene “letta” dalla pellicola fotovoltaica, che rileva una variazione di luce, e comunicata ad un sistema di riconoscimento che determina se l’attivazione del pulsante sia valida o meno. Il pulsante intelligente fornirà così il segnale elettrico di attivazione sia se premuto meccanicamente, sia quando viene rilevato il corretto gesto di attivazione impostato.

I punti di forza di questa tecnologia sono il basso costo e la facilità di installazione: basta aggiungere la pellicola fotovoltaica e una scheda elettronica all’impianto pre-esistente, conservando la funzionalità meccanica dei pulsanti. In seguito all’installazione di DAPHNE non è necessaria alcuna ulteriore certificazione.

Ribes Tech è frutto di una collaborazione iniziata cinque anni fa tra OMET e l’Istituto Italiano di Tecnologia a Milano. Il progetto è volto a combinare le competenze tecnologiche di OMET nell’industria della stampa con il mondo delle nanotecnologie in modo da poter realizzare dispositivi elettronici tramite la deposizione per stampa di inchiostri speciali. In particolare Ribes Tech sta sviluppando moduli fotovoltaici flessibili destinati all’ambito domotica, smart cities e Internet of Things.